Vendite in rialzo, ai massimi dal 2011. Boom dei Prodotti Alimentari.

Boom delle vendite dei prodotti alimentari, al top da 11 anni

Boom delle vendite dei prodotti alimentari, al top da 11 anniLe vendite al dettaglio ad aprile, mese in cui è caduta la Pasqua, salgono dello 0,4% su marzo e del 2,6% nel confronto annuo, segnando il rialzo tendenziale più forte dall’aprile del 2011, ovvero da tre anni. Lo rileva l’Istat, sottolineando la spinta prodotta dalle festività.

Vendite alimentari +6,7, al top da 11 anni  – Le vendite al dettaglio di prodotti alimentari ad aprile sono salite del 6,7% su base annua, come non accadeva da maggio del 2003, quindi da quasi undici anni. Lo rileva l’Istat, che ricorda come la Pasqua quest’anno sia caduta in pieno aprile, riflettendosi in positivo sul commercio.

Pasqua spinge vendite, ad aprile discount +8,5%  – La Pasqua spinge le vendite, soprattutto nella grande distribuzione, che segna un rialzo del 5% su base annua. In particolare, l’Istat sottolinea le performance dei discount alimentari, che vedono lievitare gli affari dell’8,5%, e dei supermercati, dove l’aumento è del 5,7%. Seguono, a forte distanza, i piccoli negozi (+0,4%). Il merito della ripartenza, dopo tanti segni meno e un marzo ‘nero’, va anche alla Pasqua, in calendario il 20 di aprile, mentre nel 2013 la festività arrivò a fine marzo.

Codacons: rialzi illusione ottica, effetto Pasqua – I rialzi delle vendite al dettaglio registrati dall’Istat per il mese di aprile ”sono frutto esclusivamente di un’illusione ottica”. Così il Codacons commenta, in una nota, la rilevazione dell’Istituto di statistica. ”Il segno positivo delle vendite è da attribuire unicamente ad un’alterazione, legata alla ricorrenza di Pasqua che, quest’anno, è stata festeggiata nel mese di aprile, mentre nel 2013 era caduta nel mese di marzo”, spiega il presidente dell’organizzazione, Carlo Rienzi. ”Non a caso l’incremento più elevato delle vendite è stato registrato nel settore alimentare, comparto che caratterizza fortemente questa festività”, sottolinea ancora Rienzi. Quindi, aggiunge, ”inutile farsi illusioni e credere in miracoli irrealizzabili, purtroppo i consumi delle famiglie italiane sono in calo anche nel 2014, e solo in parte il bonus da 80 euro in busta paga introdotto dal Governo potrà far recuperare i 21,6 miliardi di euro di minori spese delle famiglie registrate nel 2013”.

Fonte ANSA

Leave a Reply

Your email address will not be published.

dieta mediterranea simply med
dieta mediterranea wines of italy ebook