Franceschini, verso precettazione per musei e siti

Il ministro ''Sono servizi pubblici essenziali''.

Pompei Teatro Grande

Pompei Teatro Grande

Musei e i siti archeologici sono servizi pubblici essenziali”. Lo dice il ministro della cultura Franceschini che interviene su Pompei e annuncia una modifica normativa che aggiunga siti cultura a lista luoghi pubblici essenziali con la possibilità ”in casi eccezionali” di precettare il personale per ”scongiurare le chiusure”.

“È sicuramente positivo che le assemblee dei prossimi giorni siano state sospese in attesa dell’incontro di venerdì con la soprintendenza. Ma anche questa mattina il sito archeologico di Pompei è stato chiuso per più di un’ora”, ha sottolineato il ministro rispondendo ai cronisti che lo interpellavano sulla sospensione annunciata oggi dai sindacati, ”Un ulteriore danno in termini di immagine che rischia di vanificare il difficile lavoro che tutti i livelli istituzionali dall’Europa, al governo, al ministero, agli Enti locali, fino ai lavoratori stanno facendo per Pompei”. Il tema delle chiusure dei luoghi della cultura, ragiona il ministro, ”deve essere risolto alla radice e andando oltre Pompei. Mi pare infatti indiscutibile che i musei e i siti archeologici siano servizi pubblici essenziali, peraltro di grande valore e importanza. Per questo – spiega- mi sono attivato per una modifica normativa che aggiunga l’apertura dei luoghi della cultura all’elenco dei sevizi pubblici essenziali. Una nuova norma che consenta di ricorrere, in casi eccezionali, alla precettazione del personale per scongiurare le chiusure e tutelare i diritti dei visitatori”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

dieta mediterranea simply med
dieta mediterranea wines of italy ebook