Una vita da Nobel: Rita Levi Montalcini

L’istituto Rita Levi-Montalcini fondazione Ebri e la Sapienza ricordano la figura della scienziata italiana premio Nobel per la Medicina a pochi mesi dalla scomparsa, il 22 aprile 2013, ore 9.30, nell’aula magna – palazzo del Rettorato, piazzale Aldo Moro 5, Roma. Il convegno, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica, si tiene nel giorno della ricorrenza della nascita della scienziata. Nel corso della mattinata saranno ripercorse le tappe salienti della vita della Montalcini attraverso i contributi di rappresentanti del mondo politico e scientifico.

Aprono i lavori il rettore della Sapienza Luigi Frati, Pietro Calissano e Giuseppe Nisticò rispettivamente presidente e direttore generale dell’istituto Ebri, fondato dalla Montalcini nel 2002.

Alla presenza della nipote Piera, ricordano la scienziata tra gli altri, l’onorevole Gianni Letta, il ministro dell’Università e della Ricerca scientifica Francesco Profumo, il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche Luigi Nicolais. Una special Lecture è pronunciata dal premio Nobel Aaron Ciechanover. E’ presente alla cerimonia il sindaco di Roma Gianni Alemanno.
Segue alle ore 13.00 presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche l’inaugurazione da parte del presidente Nicolais e del ministro Profumo di una sala intitolata “ Rita Levi-Montalcini”.

Alla cerimonia partecipano scienziati di fama internazionale tra i quali Napoleone Ferrara, premio Lasker negli USA, William Mobley, neuroscienziato dell’Università di San Diego in California, Moses Chao, presidente della Società statunitense di Neuroscienze, Philip Lazarovici e Francesca Levi-Shaffer dell’Università ebraica di Gerusalemme.

“Dico ai giovani: non pensate a voi   stessi, pensate agli altri.Pensate al futuro che vi aspetta,   pensate a quello che potete fare, e non temete niente. Non temete le   difficoltà : io ne ho passate molte, e le ho attraversate senza paura, con   totale indifferenza alla mia persona”.(Rita   Levi-Montalcini)

Nata a Torino il   22 aprile 1909, Rita Levi Montalcini nel 1986 conseguì a 77 il premio Nobel   per la medicina insieme all’americano Stanley Cohen, per la scoperta avvenuta   nei primi anni Cinquanta del fattore di crescita nervoso o NGF (Nerve Growth   Factor).
È stata la prima donna a essere ammessa alla Pontifica Accademia delle   Scienze.
Nel 2001 fu   nominata senatrice a vita, dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio   Ciampi, che la scelse per i suoi meriti sociali e scientifici. È stato membro dell’Accademia dei Lincei per la classe delle scienze fisiche e tra i soci   fondatori della Fondazione Idis-Città della Scienza. Accanto alla carriera di   accademica e ricercatrice, la Montalcini si è distinta anche per le sue   battaglie a favore delle donne. Nel luglio del 1992, insieme alla sorella   gemella Paola, fondò in memoria del padre Adamo Levi la Fondazione   Levi-Montalcini Onlus. Nel corso della sua carriera, oltre al Nobel, ha   ottenuto altri importanti riconoscimenti, tra cui cinque lauree honoris causa   e il Premio Max Weinstein, per i suoi contributi alla ricerca neurologica, il   Premio Feltrinelli e il Premio internazionale Saint-Vincent.
Tra le molte   curiosità che la riguardano c’è anche la decisione dell’Istituto nazionale di   Astrofisica di dedicarle l’asteroide 9722, scoperto nel 1981.

Info
Comitato organizzatore: Giovanni Nisticò
European Brain Research Institute (Ebri) “Rita Levi –Montalcini”
T (+39) 06 501703024 M (+39) 366 3532608
Scientific.assist@ebri.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

dieta mediterranea simply med
dieta mediterranea wines of italy ebook