Alla Sapienza i meritevoli 2013 insigniti del Premio “Maison des Artistes”

Il Gruppo ComunicareITALIA citato come esempio di comunicazione etica in rete. Mercoledì 17 aprile 2013, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Internazionale Medaglia d’oro “Maison des Artistes” 2013 a favore di coloro che, nell’anno in corso, si sono distinti in vari settori culturali, scientifici, artistici e nell’impegno sociale.

Il Premio Internazionale, aperto sulle note dell’Inno Nazionale eseguito dalla Banda dell’Esercito Italiano, è stato realizzato con il contributo di Fondazione 

Roma–Arte- Musei ed è stato promosso dall’Associazione “Maison des Artistes”, Ente Onlus di Cultura, Arte, Scienza, Impegno sociale, Presidente il Dr. Ing. Vittorio Barbagiovanni, con il patrocinio di Roma Capitale e Biblioteche di Roma.

Determinante il ruolo di promozione sociale svolto dalla Fondazione Roma-Arte-Musei, rappresentata all’e
vento dal dott. Claudio Faloni, nel collaborare all’attuazione della Manifestazione dell’Associazione “Maison des Artistes” con la concessione di un contributo, decisivo per la sua realizzazione, con vivo apprezzamento e riconoscenza della stessa Onlus. 

Tante le personalità presenti in sede accademica del mondo dello spettacolo, dello sport, del cinema, della musica, del mondo della comunicazione, della medicina e della scienza.

Hanno ricevuto la medaglia d’oro dal Presidente dell’Associazione Maison des Artistes Vittorio Barbagiovanni, con la presentazione ad opera della brillante Paola Zanoni, giornalista e presentatrice tv, ad esempio, il regista Carlo Lizzani che con i suoi novant’anni portati bene ha detto: “Ringrazio commosso per il Premio Maison des Artistes, per avere pensato a me. Questa medaglia rappresenta una laurea per me, quest’oggi qui alla Sapienza”. A Lizzani è stata conferita la medaglia d’oro per la seguente motivazione:

“Per la genialità mostrata nella realizzazione delle sue numerose e memorabili opere cinematografiche di indiscusso valore artistico e per la straordinaria sensibilità con cui ha saputo affrontare le difficili tematiche dei suoi film ispirati a problemi sociali, a fatti di vita quotidiana e di cronaca nera, ad avvenimenti storici visti nella interezza della cruda realtà. In tutte le sue opere è sempre presente l’Artista, l’intellettuale, lo studioso”.

Stessa cosa, anche nell’approccio umile che ha colpito i presenti, comune a tutti i premiati, per Elena Sofia Ricci che ha confessato di non avere mai avuto il tempo tra la preparazione, le tournee di prendere la laurea tanto ambita alla Sapienza in lettere moderne, laurea conferitale invece sul campo, nelle varie parti comiche e drammatiche, nonché in scienze della comunicazione honoris causa.

Ecco la sua motivazione: “Attrice versatile e poliedrica ha incantato il pubblico cinematografico, televisivo e teatrale con interpretazioni indimenticabili, dimostrando un raro talento sia drammatico che comico soprattutto nelle fiction di maggiore successo ‘Orgoglio’, ‘I Cesaroni’ e l’attuale ‘Che Dio ci aiuti’. Ha saputo conquistare il cuore degli spettatori con la sua semplicità e l’eleganza sobria e raffinata”. 

Tra i temi che il Premio Internazionale Maison des Artistes mette in risalto per ringraziare i virtuosi del loro operato ed incentivare tutti a fare sempre meglio a favore della collettività: la professionalità ed il valore con cui viene eseguita la musica che rappresenta nel mondo il nostro Paese (Banda dell’Esercito Italiano, diretta dal M° Capitano Antonella Bona); l’essenzialità, l’impegno e la virtuosità dell’operato nel ricoprire cariche istituzionali pro Italia e Europa (Dott. Domenico Alessio, Direttore Generale Policlinico Umberto I Roma); le emozioni, l’interpretazione e la sensibilità trasmesse dall’arte della musica (M° Alfonso Soldano, Pianista Concertista); la responsabilità nella promozione della cultura del trapianto di organo con il perfezionamento di nuove tecniche finalizzate a ridare vita ai malati (Prof. Carlo Casciani, Commissario Agenzia Regionale Trapianti); la dedizione alla professione del medico con il perfezionamento delle terapie delle malattie cardiache e vascolari con un raro approccio umano al paziente (Prof. Luigi Chiarello, Direttore Cattedra di Cardiochirurgia, Policlinico Tor Vergata Roma); la passione con cui si contribuisce allo sviluppo dell’offerta musicale su territorio nazionale (Coro “Ali di Bambu” diretto da M° Cristina De Pascale); il contributo alle aziende ed all’ambiente accademico nella vita dedicata alla ricerca sulla finanza aziendale (Prof. Francesco Colombi, Professore ordinario di Finanza Aziendale, Università La Sapienza Roma); il ruolo e la tradizione del cinema italiano, il talento nelle parti televisive e teatrali (Elena Sofia Ricci); l’impegno sociale a favore delle famiglie, contro le ingiustizie (Antonella Algia Flati, Presidente Associazione Pronto Soccorso Famiglia); il bel canto promosso in Italia e nel mondo (Margherita Pace, Soprano); il giornalismo indipendente distintosi per l’obiettività ed equità al servizio dell’informazione e dello Stato (Dott. Luciano Fraschetti, Giornalista Quirinalista); il delicato ruolo della televisione di Stato per il tramite dell’impegno dei giornalisti (Maurizio Gianotti, Giornalista, Autore Uno Mattina Rai); l’esperienza in materia ortopedica e traumatologica (Prof. Franco Laurenza, Primario Emerito Ortopedia e Traumatologia Ospedale S. Giovanni Roma); il sostegno alle giovani leve della musica (Camilla Cruciani May, Pianista, giovanissimo talento di “New Musical Academy”); il significato della regia di film dai rilevanti temi sociali (M° Carlo Lizzani); l’importante esempio dell’imprenditoria femminile (Arch. Flora Mondello, Imprenditrice); il considerevole ed illustre contributo al mondo medico scientifico (Prof. Giuseppe Pappalardo, Direttore del Dipartimento di Chirurgia generale e Specialistica “Paride Stefanini”, Policlinico Umberto I Roma); la versatilità con competenza nell’arte e nella musica (M° Claudio Natili, autore, compositore, regista); la capacità di favorire il dialogo tra il mondo e la Chiesa (Mons. Sanchez de Toca Melchor, Sottosegretario Pontificio Consiglio della Cultura); l’attualità in tv con particolare attenzione al ruolo della donna (Eleonora Andreatta, Direttore di Rai Fiction).

Lo scopo dell’evento è di contribuire principalmente alla diffusione della cultura in tutte le sue articolazioni, di supportare, incoraggiare e accompagnare al successo giovani talenti, di encomiare quanti si sono distinti in attività di impegno sociale.

Gli artisti premiati si sono esibiti nel corso della cerimonia. Straordinaria la voce del soprano Margherita Pace. Ha fatto fare un salto indietro nel tempo Claudio Natili con la canzone composta con…..; straordinaria l’esecuzione della M° Gabriella Artale al pianoforte nella dedica speciale agli ospiti della Maison des Artistes, con uno dei suoi coinvolgenti tango.

Nell’Aula Magna vi erano anche ad esempio: Vittorio Panchetti già Direttore di Rai International e ora caporedattore della rivista My Time; Piero Galasso Direttore editoriale di My Time; Stefano Makula campione di apnea; Cecilia Gale; Fabrizio Carrieri con l’Anda Delirium Project, il mezzosoprano Franca Sebastiani.

Tra i momenti da ricordare: quando il premiato 2013 Dott. Alessio ha voluto accanto a sè il Prof. Corrado Moretti, premiato 2012, che porta avanti il progetto di ampliamento dell’unità di emergenza pediatrica, come testimonianza diretta dell’impegno istituzionale svolto dal Direttore Generale del Policlinico Umberto I anche a favore dei più piccoli; oppure quando il Prof. Casciani ha detto “quanto sia un peccato che non esista un laboratorio di trapianti da Firenze in giù dove possano lavorare i prodigiosi medici italiani anziché rifugiarsi all’estero”; oppure quando l’autore di Uno Mattina Gianotti ha dichiarato di essere contento di essere arrivato dopo il suo amico Carlo Lizzani; o ancora quando la giovane e bella imprenditrice vinicola siciliana Flora Mondello, ha ricordato cosa vuol dire fare l’imprenditore oggi ovvero “sentirsi anche la responsabilità di essere imprenditori, come suggerito dall’esperienza della famiglia, in questo caso, come sia importante fare cultura, veicolare il made in Italy perché non si perda il senso delle nostre radici in un futuro che è proprio sotto i nostri piedi”; oppure ancora allorchè Mons. Sanchez de Toca Melchor ha dedicato il suo premio a tutto il Pontificio Consiglio per la Cultura, istituito da Giovanni Paolo II, che oggi guidato da Sua Eminenza Gianfranco Ravasi sta portando avanti iniziative importanti ed attuali, come ad esempio il convegno sul tema delle cellule staminali in Vaticano o la partecipazione con un padiglione alla Biennale di Venezia.

Un momento a sé e sempre di commozione ha rappresentato il rinnovo dell’attestato di stima da parte dell’Associazione Maison des Artistes all’Istituto di Pedagogia Familiare, con l’attivissimo Presidente Prof.ssa Vincenza Palmieri ed il suo staff, che ha ricordato, a favore dei bambini, quanti vite innocenti, per cause economiche, vengono allontanati dalle loro famiglie, trattati con psicofarmaci, sedati, pur di ‘fruttare’ nelle case famiglia 200 euro al giorno a bimbo. Una denuncia sociale che condividiamo e che veicoliamo e che si è unita nel corso della serata anche all’appello del Presidente dell’Associazione Pronto Soccorso Famiglia Sig.ra Flati, che ha ribadito come vi siano 32.000 case famiglia che separano i bambini dai loro genitori, fanciulli che hanno diritto ad avere padre e madre e quattro nonni, sostenendo quanto sia importante la bi genitorialità per un minore che cresce.

Incredibilmente attuale per le concomitanti elezioni del Presidente della Repubblica Italiana, l’intervento del premiato Fraschetti, il Giornalista Quirinalista, che ha vissuto le vicende degli ultimi anni della Repubblica dal Presidente Cossiga fino alla fine, proprio il 17 aprile 2013, del settenario di Giorgio Napolitano. Con i Presidenti italiani Fraschetti ha girato due volte e mezzo il mondo, raccontando e testimoniando non solo le vicende della vita politica italiana ma quanto la figura del Presidente del nostro Paese sia divenuto sempre di più il perno della politica internazionale.

Il Segretario Generale accanto al Presidente Luigi Oppido ha ricordato come la Maison des Artistes riesca a ritagliare momenti di benessere nell’importante ruolo di diffusione della cultura di qualità nonostante la confusione che spesso vige, in tutte le difficoltà che la nostra società, italiana, in particolare, sta attraversando.

Tra i Consiglieri della Maison des artistes Viviana Normando Direttore del Gruppo editoriale di rete Comunicare Italia, che è stata ringraziata in particolare anche per l’operato che il Gruppo ComunicareITALIA.it, con il Vaticanese.it, svolge come modello di una comunicazione etica. Un plauso ulteriore alquanto gradito poiché formulato alla vigilia del decennale, il 18 aprile 2013, della Fondazione Paolo di Tarso proprietaria del Gruppo editoriale del web 2.0 per la promozione del Brand Italia e Made in Italy.

Ricordiamo che tra i premiati “Maison des Artistes” 2012 vi sono stati: Eleonora Daniele, mons. Renzo Giuliano, Prof. Mario D’Onofrio. 

Ricordiamo tutti i membri del Consiglio Direttivo della “Maison des Artistes”: il Segretario Generale Dott. Luigi Oppido, il Tesoriere Prof.ssa Alessandra Ballerino, la M° Gabriella Artale, il Prof. Roberto Danieli, il Rag. Rino Ferraro, il Dott. Eugenio Morgia, la D.ssa Viviana Normando.

Arrivederci all’edizione Premio Internazionale Medaglia d’oro “Maison des Artistes” 2014, non solo una medaglia al collo ma impegno esemplare per la collettività!

 

Info: “Maison des Artistes” Associazione di Cultura – Arte – Scienza – Impegno Sociale

Tel. 06. 5015944 – 06.87138896; 328.1718810 – 333.4860227 – vibagavi2010@libero.it; www.associazionemaisondesartistes.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

dieta mediterranea simply med
dieta mediterranea wines of italy ebook